Condividi:

PageSpeed: riduce al minimo i reindirizzamenti  

  

0

Panoramica

Ridurre al minimo i reindirizzamenti HTTP da un URL a un altro elimina RTT aggiuntivi e tempi di attesa per gli utenti.

Dettagli da Google

A volte è necessario che la tua applicazione reindirizzi il browser da un URL a un altro. Esistono diversi motivi per cui le applicazioni Web emettono reindirizzamenti:

  • Per indicare la nuova posizione di una risorsa che è stata spostata.
  • Per tenere traccia di clic e impressioni e registrare le pagine di riferimento.
  • Per prenotare più domini, consentire domini e URL "user-friendly" o "vanity" e rilevare gli URL con errori di ortografia / battitura.
  • Per connettersi tra diverse parti di un sito o un'applicazione, diversi domini di primo livello con codice paese, diversi protocolli (da HTTP a HTTPS), diverse politiche di sicurezza (ad esempio pagine non autenticate e autenticate) ecc.
  • Per aggiungere una barra finale ai nomi delle directory degli URL per rendere il loro contenuto accessibile al browser.

Qualunque sia la ragione, i reindirizzamenti attivano un ulteriore ciclo di richiesta-risposta HTTP e aggiungono latenza di andata e ritorno. È importante ridurre al minimo il numero di reindirizzamenti emessi dalla tua applicazione, specialmente per le risorse necessarie per avviare la tua home page. Il modo migliore per farlo è limitare l'uso dei reindirizzamenti solo ai casi in cui è assolutamente tecnicamente necessario e per trovare altre soluzioni in cui non lo è.

Parlaci della tua Idea